Dall’esterno può sembrare un semplice container, ma all’interno prospera di vita: si chiama Demetra, come la divinità greca della natura e dei raccolti, ed è il progetto di Daniele Bertocchi e Camilla Paletti, due giovani imprenditori che hanno fondato GreatIt, società benefit che si occupa della realizzazione “chiavi in mano” di vertical farm idroponiche, completamente personalizzabili, realizzate all’interno di container riadattati. GreatIt si occupa anche della consulenza e del software Demetra Connect che gestisce il “modulo”, per consentire a chiunque lo desideri di affittare o acquistare un container e dare inizio a una nuova coltura

di Valentina Bonazza  2 min di lettura

 

Micro-greens, ortaggi, canapa, ma anche fiori e funghi: ecco cosa può crescere dentro a container a fine vita riadattati. Come? Grazie a Demetra, il progetto innovativo dell’agronomo bresciano Daniele Bertocchi, che dopo alcune esperienze nel mondo dell’agricoltura tradizionale, ha deciso di buttarsi in un progetto nuovo e dal grande potenziale, frutto del suo percorso e del mondo che lo circonda.

Nel 2019 Bertocchi, assieme a Camilla Paletti, fonda a Rezzato (BS) GreatIt, startup e società benefit dalla quale prende vita Demetra, il progetto di vertical farm modulari e completamente personalizzabili, il tutto chiavi in mano. “Dopo la laurea in agronomia inizio il mio percorso nel mondo dei sindacati agricoli, dove mi occupavo degli aspetti burocratici – ci racconta Daniele Bertocchi – però volevo mettermi di più in gioco e diventare imprenditore agricolo. Ho iniziato quindi a informarmi e studiare meglio il mondo delle vertical farm e dei micro-greens. Proprio grazie a un agricoltore che si stava occupando della coltivazione in serra di micro-greens, ho potuto approfondire il tema e capire quali potevano essere i problemi della coltivazione in serra: un ambiente chiuso e monitorato poteva fare la differenza”.

Da qui inizia il percorso che condurrà i due imprenditori alla realizzazione di Demetra: dall’individuazione dei container a fine vita da ricondizionare alla progettazione interna delle strutture che ospiteranno le colture, passando per la creazione di un software dedicato, Demetra Connect. Il software, di proprietà dell’azienda, permette di controllare a distanza tutte le apparecchiature presenti all’interno di Demetra, monitorando costantemente l’ambiente: luce, umidità, acqua, temperatura. “Quando Demetra era ancora solo un’idea nella mia mente – ci spiega Daniele – abbiamo presentato il progetto a Sicom Spa perché volevamo avere un socio che condividesse l’esperienza di più di 50 anni nel mondo dei container speciali. Sicom Spa è quindi non solo un fidato partner ma anche socio di GreatIt”. 

GreatIt ha inoltre rapporti con diversi fornitori tecnici come C-LED per quanto riguarda l’illuminazione led delle colture, che varia in base alla fase di crescita della pianta e della tipologia di coltura, e che permette un risparmio di consumo elettrico del 30%. Tra i partner anche Idroterm, che si occupa della fornitura dei materiali per l’irrigazione e la fertirrigazione, Monti&C – Tecnologia del freddo, che si occupa della parte di condizionamento e gestione climatica di Demetra, e Sicom Spa, appunto, per i container. La giovane startup quindi offre un prodotto plug and play e un servizio a 360 gradi dalla progettazione all’avviamento, alla formazione. “Stiamo lavorando anche nell’ottica di rendere il sistema Demetra completamente autonomo anche dal punto di vista elettrico – ci spiega Daniele – mentre per quanto riguarda l’acqua, si ha un risparmio di quasi il 99% rispetto alla coltivazione tradizionale. Ad esempio, un classico container Demetra da 40 ft richiede circa 25 litri d’acqua a settimana”.

Come funziona? Demetra (che come GreatIt è marchio registrato) è un vero e proprio sistema modulare chiuso di vertical farm idroponica, ricavato all’interno di un container a fine vita e riqualificato. Grazie a un rivestimento di 8 cm di spessore, la temperature interna si mantiene costante nonostante eventuali sbalzi esterni. All’interno, le strutture possono essere completamente modificate in base alle tipologie di colture (anche più di una all’interno dello stesso container) che si intendono portare avanti. Sulle strutture poggiano le vasche di flusso e riflusso separate – e personalizzabili in altezza, lunghezza e numero – per gestire diverse varietà e diverse fasi di sviluppo, che dispongono di impianti di illuminazione Led e di fertirrigazione per mantenere sempre perfetti i parametri della soluzione nutritiva. Inoltre, dispone di un sistema di irrigazione e cisterne che permettono di non sprecare acqua: ciò che evapora o non viene utilizzato ritorna nella cisterna.

“Il tutto è racchiuso all’interno di un container, quindi trasportabile per definizione – ci spiega Bertocchi -. Per questo motivo, si prestano ad essere affittate o vendute potenzialmente in ogni luogo, anche quelli più impervi o inadatti a un’agricoltura tradizionale. Ci rivolgiamo a numerosi interlocutori: dalla GDO, che vuole produrre in loco, alle aziende agricole che vogliono puntare sul vertical farm o su colture differenti, ma anche enti di ricerca, laboratori di ricerca e sviluppo e università. A questi si aggiungono le associazioni no profit, che potrebbero usarli per aiutare le popolazioni in territori più svantaggiati a coltivare e avere sempre a disposizione, indipendentemente dal clima, ortaggi freschi, ricchi di vitamine e sali minerali, con una richiesta estremamente bassa di energia e acqua”. Demetra infatti si adatta a molte colture: non solo micro-greens e baby leaf, ma anche erbe aromatiche o officinali, funghi, canapa, zafferano, insalate, fiori e piante da trapianto o innesto: ecco quindi che Demetra può essere un’ottima alleata per tutte quelle aziende agricole che vogliono puntare su un’agricoltura sempre più sostenibile, per prodotti sani e a minor impatto ambientale.

Copyright: Fruitbook Magazine

Una risposta

  1. Can I just say what a comfort to find somebody who really knows what theyre talking about on the web. You definitely understand how to bring an issue to light and make it important. More people have to read this and understand this side of your story. I was surprised that you arent more popular because you surely possess the gift.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.